Marina Cappelli

Tag: editing

Quando l’editing va in conflitto con l’editor.

Vi è mai capitato di vedere scritta una cosa che, per quanto esatta sia, proprio non vi suona bene? La leggete, la rileggete e poi, presi dall’atroce dubbio, andate a ricercare chi abbia torto, se voi o chi ha scritto quell’intruglio. Ecco, adesso immaginatevi come si possa sentire un editor che si vede segnare in rosso dal correttore automatico di Word una parola che ha sempre sentito dire, e ha pure la riprova che sia esatta. Vi giuro, crolla il mondo. Se non tutto quanto, un bel pezzo! L’altro giorno mi è capitato un episodio che difficilmente scorderò. Prendiamo come esempio un grande castello, di quelli pieni di anfratti, pertugi e stanze segrete. Tipo quello di Barbablù, o di Vladimir Dracula. Immaginiamolo a forma...

Read more

Incipit sì, o incipit no?

Ormai usiamo i nostri profili social per fare di tutto: conoscere persone nuove, ritrovare vecchi amici, sfogarsi, chiedere e rispondere, rendere partecipi i nostri contatti di ciò che facciamo, subiamo, mangiamo… Su un profilo social c’è di tutto – tutto ciò che vogliamo che gli altri sappiano di noi, ovviamente – e spesso ci troviamo DAVVERO TUTTO! Anche sui profili di chi scrive si trovano post che riguardano la vita degli autori, le loro idee, i progetti e molte volte si trovano gli incipit delle loro opere. Trovo questa cosa molto bella da offrire a chi frequenta i nostri profili e le nostre pagine autore, anch’io qualche volta lascio qualche frase tratta dai miei libri. Ciò aiuta i lettori a capire il modo in cui scriviamo, il genere trattato, il tutto...

Read more

Prima la correzione di bozze o prima l’editing?

Sembra quasi la domanda “È nato prima l’uovo o la gallina?”, invece la cosa è molto meno cervellotica. La prima cosa da fare sarà senz’altro una correzione di bozza. In questo modo, che ne facciamo una prima sfoltita noi tramite il correttore ortografico di Word, o che affidiamo il manoscritto a un CdB, avremo un testo pulito da refusi, cose a caso, righe orfane, spazi doppi e altre cianfrusaglie che escono fuori quasi per magia mentre digitiamo. In questo caso chi dovrà farci l’editing avrà un manoscritto ordinato persino nello stile dei titoli, sottotitoli, corpo del testo, formattazione in generale e potrà dedicarsi senza distrazioni al lavoro che gli compete. Quale questo sia, se un editing leggero, medio o pesante,...

Read more